Razza Schnauzer

Origine, classificazione e cenni storici

Origine: Germania.

Classificazione F.C.I.: Gruppo 2 - cani di tipo pinscher, schnauzer, molossoidi e bovari svizzeri

Le origini dello Schnauzer sono molto antiche. Le sue origini sono molto comuni a quelle dei Terrier, nati entrambi per la caccia. La selezione di questa razza, a differenza dei Terrier, in seguito si è diretta verso la creazione di un cane da guardia e difesa. Questo cane appare in moltissimi dipinti e stampe del quindicesimo secolo, come accompagnatore di cavalli e diligenze. La Federazione distingue tre razze in rapporto alla taglia. Dalla razza di taglia media si sono successivamente sviluppate le altre razze.

Schnauzer nano storia e curiosità

Aspetto generale

Schnauzer nano

Le tre razze differiscono solo per la taglia, poi per il resto sono praticamente identiche. Cane robusto, compatto, di solida costruzione.

 

La sua costruzione è quadrata. La sua testa è robusta e di giusti rapporti. L’animale nell’insieme esprime armonia.

Carattere

Schnauzer nano storia e curiosità

Lo Schnauzer ha un carattere molto forte, equilibrato e impetuoso. Sono dei cani molto affettuosi con i propri padroni.

 

Le attitudini degli Schnauzer cambiano a seconda della taglia: il nano è senza dubbio un cane da compagnia, il medio è un cane da guardia ed il gigante è un cane da difesa.

 

Gli Schnauzer sono cani molto intelligenti e quindi di facile addestramento al lavoro. In mano ad un addestratore esperto imparano con incredibile rapidità. Sono cani abbastanza ubbidienti. Sempre sicuri con i bambini e diffidenti verso gli estranei.

 

Si tratta di cani rustici, abbastanza longevi e piuttosto robusti. Cane che può vivere sia in casa che in giardino.

Razza Schnauzer nano

Lo Schnauzer nano vide la luce verso la fine del 1800 nell'area di Francoforte, ma venne inizialmente descritto come una varietà di Zwergpinscher (Pinscher nano) a pelo ruvido. La differenza nelle forme, nella taglia e nel tipo e le varietà di tessitura del mantello (ruvido, morbido e setoso) resero difficile l'evoluzione di questo piccolo cane verso le qualità caratteristiche del suo fratello maggiore, lo Schnauzer.

 

Lo Schnauzer nano si presenta piccolo, forte, relativamente tozzo, elegante e dal mantello ruvido. È l'immagine in miniatura dello Schnauzer ma, a dispetto del nome, non presenta malformazioni che si possano ricondurre al nanismo.

La sua natura è simile a quella del suo fratello maggiore, pur con le caratteristiche tipiche dei cani di piccola taglia. Intelligente, intrepido, resistente e vigile, lo Schnauzer nano è perfetto sia per vivere in casa, anche in piccoli appartamenti, sia come cane da guardia in spazi aperti.

 

Il pelo deve essere duro (così detto "fil di ferro"), ruvido e ben fitto. Il mantello si compone di un sottopelo ben fitto e di un pelo di copertura non troppo corto, ben aderente al corpo: quest'ultimo dev'essere sempre ruvido e sufficientemente lungo da poterne valutare la qualità, e non è né arricciato né ondulato. Il pelo sugli arti tende ad essere meno ruvido, e si accorcia sulla fronte e sulle orecchie. Caratteristiche tipiche della razza sono la barba non troppo morbida sul mento, e le sopracciglia cespugliose che coprono leggermente gli occhi.

ALLEVAMENTO OTELLO SCHNAUZER NANO | 121, Via Nomentana - 00161 Roma (RM) - Italia | P.I. FNRNTN76M15H501T | Cell. +39 340 7123753 | info@schnauzernanoroma.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite